Nuovo bruciare i grassi


nuovo bruciare i grassi

A metterla a punto un team di ricerca internazionale guidato da studiosi dell'Istituto di ricerca sul diabete e la rigenerazione presso l'Helmholtz Zentrum di Monaco, che hanno collaborato a stretto contatto con i colleghi dell'Università di Maastricht Olandadell'Università Monash Australia e dell'Università di Copenaghen.

Gli scienziati, guidati dal professor Matthias H. Tschöp, erano alla ricerca di un prodotto farmacologico in grado di imitare alcuni effetti del nuoto invernale e del fumo, con l'obiettivo di modificare il metabolismo di topi affetti da obesità per favorire sia il consumo di energia che la riduzione dell'appetito.

Durante l'indagine ne hanno individuato uno di loro interesse, il TRPM8, ma soprattutto hanno trovato la sostanza in grado di attivarlo: l'icilina.

Tuttavia, il potenziale pericolo rappresentato dai seguenti brucia grassi rende le opzioni indesiderabili in ogni caso: Capsaicina. La capsaicina è il composto attivo dei peperoncini piccanti.

Nuovo bruciare i grassi un'accurata ricerca hanno trovato nel dimetilfenilpiperazinio DMPP il composto che cercavano in grado di interfacciarsi col recettore. Mescolando il DMPP e l'icilina hanno ottenuto un farmaco che hanno somministrato ad alcuni topi obesi; dopo 20 giorni dall'inizio della terapia i roditori non solo hanno perso il 12 percento del peso, ma il loro metabolismo è migliorato ed è scomparsa anche l'intolleranza al glucosio, una condizione che spesso precede il diabete.

nuovo bruciare i grassi

Un simile medicinale, che andrà sperimentato a fondo prima di poterlo avviare ai primi test clinici sull'uomopotrebbe aiutare le persone a perdere peso ma anche contrastare patologie metaboliche alla stregua del diabete, sempre più diffuso. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sull'autorevole rivista scientifica Nature Communications.

nuovo bruciare i grassi